PROCEDURA:

Tostate il sesamo per qualche minuto a fiamma bassa mescolando continuamente per evitare che i semi si brucino. Quando l’ aroma del sesamo inizia a diffondersi e i semi iniziano a scoppiettare provate e schiacciare un seme tra pollice ed indice: se si rompe facilmente vuol dire che è pronto.

Togliete i semi dalla padella per evitare che brucino

Prendete il sale e arrostitelo in una padella a fiamma alta per pochi minuti.
Unite il sale al sesamo in un suribachi e macinate. Se usate il sale grosso dovrete macinare prima il sale da solo e poi aggiungere il sesamo.
Il gomasio è pronto quando la maggior parte dei semi, ma non tutti, è macinata (circa l’ 80 %).§

Non preparate più gomasio di quanto non possa servirvene per 10-15 giorni e conservatelo in un recipiente ermetico dove può mantenere le sue proprietà per questo tempo.

Il gomasio è perfetto per condire insalate, piatti di verdure, di pesce, riso e minestre.

INGREDIENTI:

  • Da 14 a 20 cucchiaini di Sesamo
  • 1 Cucchiaino raso di sale marino integrale
  • 1 Suribachi per pestare il gomasio

La quantità di sesamo e sale può variare in proporzioni da 14:1 o 20:1. Se siete in buona salute potete usare la quantità di circa 14 cucchini di sesamo per 1 di sale. Per i bambini piccolissimi, per gli anziani o persone con problemi di salute, come ipertensione, arteriosclerosi ecc) è meglio una proporzione che si avvicina a 20 cucchiaini di sesamo e 1 di sale. Utilizzate sempre dei sesamo di sesamo biologici e di buona qualità.

Per preparare il gomasio è meglio usare un suribachi, il tradizionale mortaio giapponese. Potete usare un comune mortaio ma non è la stessa cosa perchè il suribachi ha sul fondo una serie di zigrinature che consentono la rapida polverizzazione degli ingredienti e vi facilitano il compito.