limone

Il limone, così aspro e rinfrescante, aggiunge ad ogni cibo una nota aromatica e un tocco di salute grazie al suo forte aroma e alle sue proprietà disintossicanti, antisettiche, immunostimolanti e alcalinizzanti.

Il succo, la buccia e polpa di questo frutto, hanno innumerevoli benefici per la nostra salute. Sono una ricca fonte di vitamina C, A e B e di bioflavonoidi che agiscono in sinergia con la vitamina C e aiutano a contrastare colesterolo alto e arteriosclerosi e sono degli alleati contro la cellulite perché  rinforzano i capillari aumentandone la resistenza alla pressione sanguigna ed impedendo la formazione di ristagni idrici.  Le preziose proprietà antiossidanti lo rendono tra gli alimenti  più efficaci nel contrastare i radicali liberi che sono la principale causa di invecchiamento e della formazione di cellule tumorali.

Il limone è in generale un buon rimedio per mal di gola, malattie dei nervi, pressione sanguigna, calcoli biliari, febbre e ansia.  Il suo contenuto di calcio, potassio e acido citrico, che aiuta a fissare il calcio nelle ossa, può aiutare chi ha problemi di artrosi e di reumatismi.

Utilizzare la scorza, purché provenga da limoni non trattati, ci fornisce una dose di vitamina C e bioflavonoidi molto più alta di quella presente nel succo e, in più, la scorza di limone contiene il limonene, un composto studiato per le sue proprietà anticancro.

Sarebbe una buona abitudine quella di utilizzare un po’ di limone nei nostri piatti  ricordandoci di non esagerare perché ogni eccesso provoca sempre una reazione contraria a ciò che vogliamo ottenere. Potreste spremere un po’ di succo di limone o grattugiare la scorza sulle insalate, nei risotti o paste fredde o potreste utilizzare la polpa spezzettandola nelle verdure saltate o nelle macedonie. Ci sono moli piatti in cui potete aggiungere un tocco di limone per dare colore, sapore, aroma e nutrienti. Ricordatevi solo di non dolcificare mai il succo di limone con zucchero, miele o altri dolcificanti, anche naturali, perché può causare reazione dannose per l’ organismo, soprattutto per lo stomaco.

In Macrobiotica il limone, con il suo sapore acido, stimola l’ energia legno, il fegato e la cistifellea, con enormi vantaggi anche per l’ energia fuoco e per alcune problematiche legate all’ energia terra, a cui appartiene per il colore giallo. E’ un alimento estremamente yin, la vitamina C è yin, e quando si è in una condizione fisica o si soffre di una patologia dovuta ad un eccesso di yin si dovrebbe consumarlo con più moderazione. Non bisogna quindi abusare del loro consumo perché se utilizzato in eccesso può causare o peggiorare, ad esempio, ulcere e bruciori di stomaco, nausea, diarrea o uno stato di stanchezza generale. Visto che è un alimento yin, quindi raffreddante, in inverno si consiglia di ridurre il consumo del succo di limone anche perché sudando poco non si riescono ad eliminare tutte le sostanze che la sua azione purificatrice cerca di espellere dal nostro corpo. In estate si può utilizzare, moderatamente, anche tutti i giorni.