macrobiotica2

TORNARE AD UN’ ALIMENTAZIONE SEMPLICE E NATURALE PER RITROVARE IL BENESSERE E L’ EQUILIBRIO PERDUTI. 

La società moderna non gode di buona salute. Nonostante il progresso e la medicina, benché le aspettative di vita siano aumentate, siamo una società malata. Forse non esistono più le epidemie e le malattie di un tempo, ma sono in aumento casi di tumore, problemi di cuore, diabete, malattie degenerative, obesità, purtroppo anche nei bambini. Il motivo principale di questa ondata di malattie e malessere è sicuramente dovuta ad un’incredibile involuzione alimentare nella quale l’uomo ha iniziato ad allontanarsi sempre di più dalla natura con la quale per molti secoli ha vissuto in in un rapporto di simbiosi e di rispetto reciproco. Da qualche decennio questo rapporto è completamente cambiato: la maggior parte di ciò che troviamo al supermercato non è più CIBO e le abitudini alimentari sono state stravolte anche a causa dell’industria alimentare e della pubblicità. Non sempre riusciamo a renderci conto della portata di questo cambiamento e dell’incredibile effetto che ha procurato alla nostra saluta sia mentale che fisica mentre dovremmo fermarci tutti a riflettere su quanto sta succedendo alla nostra società e tornare ad un’alimentazione più semplice e naturale per ritrovare il benessere e l’ equilibrio perduti.

IL CIBO COME POTENTE STRUMENTO DI CAMBIAMENTO

Il cibo è il più potente strumento di cambiamento al servizio della nostra salute e può influenzare il corpo: negativamente, rallentando o addirittura ostacolando le sue funzioni; positivamente, stimolando la sua naturale capacità di rigenerazione e di autoguarigione.
Un’alimentazione naturale ed uno stile di vita sano vi insegneranno a rispettare il vostro corpo e se saprete essere costanti capirete quanto è facile rigenerarsi e trovare un equilibrio nuovo sia mentale che fisico. Cambiare è facile, basta volerlo. Aumentare l’utilizzo di verdura fresca e di stagione;Utilizzare i cereali integrali e ridurre gradualmente quelli raffinati o elaborati (pane bianco, pasta bianca, farina bianca, cibi industriali e precotti); Ridurre i prodotti animali e introdurre piccole quantità di legumi; Evitare il caffè e altri stimolanti, gli zuccheri raffinati e i dolcificanti chimici; Ridurre il sale e utilizzare solo quello marino integrale. Gli alimenti da scegliere devono essere naturali e possibilmente biologici e/o locali, coltivati, allevati o prodotti nel rispetto dell’ambiente e di chi vi lavora. Gli alimenti da coltivazione intensiva e i cibi confezionati oltre ad aver perso la loro innata energia contengono anche prodotti chimici, conservanti, coloranti, aromi emulsionanti e altre sostanze dannose che intossicano il nostro organismo e inquinano acqua e terreni.

SIAMO TUTTI DIVERSI E NOI STESSI OGGI SIAMO DIVERSI DA IERI

Anche se molte persone appartenenti ad un credo alimentare (macrobiotico, igienista, fruttariano, paleodieta eccetera) si ostinano a seguire una dieta rigida e stretta è stato proprio lo studio di una di queste dottrine, la macrobiotica, ad insegnarmi  l’importanza dell’ unicità delle persone e quanto sia importante non seguire una dieta a tutti i costi ma adattare il proprio corpo alle esigenze che si presentano di volta in volta per cercare di trovare il giusto equilibrio interno che non è mai costante ma si adatta alla nostra età, alle stagioni, alla quantità di esercizio fisico che facciamo, alle nostre condizioni fisiche e di salute, al lavoro che svolgiamo, alle emozioni, allo stress e a tanti altri fattori che attraversano la nostra vita.

 

LA MIA ALIMENTAZIONE OGGI

  • Io non mangio carne,latticini,uova, glutine, zuccheri raffinati e nessun tipo di cibo processato.
  • Non bevo caffè e alcolici.
  • Consumo tante verdure, soprattutto quelle a foglie verdi che sono una fonte inesauribile di proteine vegetali e sali minerali come il calcio.
  • Mangio ad ogni pasto insalate e verdure crude poiché l’ aggiunta di cibo crudo alla mia alimentazione mi da più energia, facilita la mia digestione e rende la mia pelle molto più luminosa e idratata, tanto che per la prima volta nella mia vita non ho bisogno di utilizzare nessun tipo di crema idratante.
  • Mangio piccole porzioni di cereali senza glutine e fagioli sopratutto lenticchie e ceci.
  • Cerco di mangiare sempre cibo biologico e/o locale e mangio pochissimi cibi che vengono da troppo lontano come la frutta tropicale.
  • Cerco di non mangiare troppi oli, noci e semi sia crudi ma soprattutto cotti ed evito i fritti per evitare di introdurre nel mio corpo sostanze pro-ossidanti.
  • Per ottimizzare i miei pasti ed avere una digestione ottimale cerco di non abbinare le proteine ai cereali e mangio sempre la frutta lontano dai pasti o 30 minuti prima dei pasti.
  • Mangio pesce o molluschi due volte a settimana in media per sopperire ad una carenza di vitamina D e B12 . Anche se l’ho risolta con gli integratori ho poi scelto di non continuare a prenderli e di introdurre invece il pesce per non rischiare future carenze.