bibite-zuccherate

Le bevande zuccherate fanno male. Ho pensato a come poter iniziare questo articolo e sinceramente non c’era nient’ altro che avrei potuto scrivere, null’ altro che nella sua piccola semplicità racchiude una grande verità, verità che chiariremo e approfondiremo nelle prossime righe.

Le bevande zuccherate, quelle gassate, quelle “energetiche”, quelle dolcificate e fintamente light, quelle che succo di frutta e invece poi…insomma, queste bevande sono robaccia, sono junk drink ed esattamente come il junk food sono dannose per la salute. Se state intraprendendo un percorso per perdere peso, per essere più vitali, per recuperare il vostro generale stato di salute o guarire da una problematica oltre al cibo dovete pensare che anche quello che bevete influenza il vostro benessere sia mentale che fisico. Ma in che modo?

Inizio col dirvi che una lattina di una qualunque bevanda zuccherata e gassata, tipo quella famosa dal colore rosso, contiene all’incirca 9-10 cucchiaini di zucchero e/o fruttosio e /o glucosio (35-40 grammi), senza contare le enormi quantità di caffeina, nonché un rilevante quantitativo di coloranti alimentari artificiali, conservanti, acidi di diversi tipi ed eventuali pesticidi annessi e ammessi purtroppo.

Ma iniziamo dagli zuccheri e iniziamo col dire che secondo l’ Organizzazione Mondiale della Sanità la dose giornaliera raccomandata è di circa 25 grammi, ma molto dipende dal peso di una persona, dall’ età e dall’ attività che svolge. Una persona di mezza età,che fa un lavoro d’ ufficio ed è normopeso dovrebbe consumarne al massimo 10-12 grammi. A conti fatti questa bevanda zuccherata ha già sforato, e anche di molto, il nostro fabbisogno giornaliero. Occorre circa un’ora di passeggiata veloce per bruciare le calorie di una di queste lattine, per cui iniziate a correre anche se questo non vi garantisce che lo zucchero in eccesso non aumenti la quantità di grasso endogeno  prodotto dal fegato che va poi a depositarsi sulle cosce, ed ecco la cellulite, e sulla pancia, ed ecco la pancetta. Rischiate di diventare obesi, e non lo dico io ma diversi studi, senza neanche rendervi conto che state assumendo una quantità così alta di zucchero. Questo perché lo zucchero disciolto in soluzione acquosa non permette di farci sentire il senso di sazietà ed ha inoltre un indice glicemico più elevato di quello solido, ragione per cui il potere ingrassante delle bibite è superiore allo zucchero stesso e questo vale anche per i diversi succhi di frutta concentrati.

Quindi oltre al grasso in eccesso vi ritroverete anche a fare i conti con i picchi di glicemia che vi cambieranno l’ umore e prenderanno il sopravvento su ciò che siete veramente, oltre a darvi un biglietto gratuito di sola andata direzione diabete. La vostra mente non sarà più lucida e la vostra “felicità” dipenderà dallo zucchero e da una bevanda. Sempre senza rendervene conto – pare che queste bevande siano dei maestri nel renderci inconsapevoli di ciò che ci sta succedendo –  eccovi ad essere dipendenti da una bibita. Se poi la bibita contiene caffeina il gioco è fatto poiché anche il consumo di caffeina crea una vera e propria dipendenza.

“Ma io bevo quella light?” dirà qualcuno. Ah si… Vi va ancora peggio perché se scegliete di bere le varie versioni light la sensazione di dolce viene percepita dal cervello e interpretata come se si stesse assumendo degli zuccheri, per i quali l’ organismo metterà in moto tutta una serie di reazioni che vi faranno ingrassare comunque e dato che poi questi zuccheri effettivamente non arrivano, avrete un calo glicemico  veloce e sentirete poco dopo l’ assunzione il desiderio di alimentarvi con cibo spazzatura – i dolcificanti artificiali alterano il sapore e non vi fanno più apprezzare il cibo più semplice – o di bere un’ altra bevanda. In più i dolcificanti provocano danni agli occhi e al sistema nervoso e altre cosucce come mal di testa, disturbi dell’umore, nausea e vomito, crampi alla pancia e diarrea.

Non voglio farvi venire un colpo al cuore svelandovi qualche retroscena delle vostre bevande preferite ma se proprio dobbiamo parlare di cuore c’è da dire che queste bevande non  lo aiutano di certo poiché innalzano la pressione arteriosa e aumentano il rischio di malattie cardiovascolari oltre che essere complici dello sviluppo di tutta una serie di problematiche. Com’è possibile?

Le bevande zuccherate e gassate sono a ph acido e creano nel nostro corpo un ambiente acido e più se ne beve e più aumenta l’ acidità. Una condizione acida del nostro organismo crea l’ ambiente ideale per una condizione di infiammazione persistente dell’organismo ed è in grado di provocare  le malattie più disparate, da sindromi degenerative a problemi cardiovascolari, renali e alcuni tipi di tumore.

Vi ho tolto il sorriso? Be se non ci sono riuscita non mi preoccuperei perché ci penserà la vostra amata bevanda a togliervelo  poiché  chi fa uso di bevande zuccherate o dolcificate mette in serio pericolo l’integrità delle proprie ossa e dei propri denti. Quando il nostro organismo si acidifica succede un’altra cosa molto pericolosa: cerca di riportare ad un PH accettabile il corpo sottraendo i minerali di scorta, calcio compreso. Inoltre queste bevande possono provocare la  perdita dello smalto dei denti, che determina il deterioramento e l’ingiallimento di questi ultimi.

Posso continuare se volete  ma preferisco chiuderla così, parlando di sorriso perché in effetti la maggior parte delle campagne pubblicitarie delle grandi aziende produttrici di bevande zuccherate  puntano sul concetto di felicità, divertimento, quando è chiaro che benessere e allegria hanno poco a che fare con il consumo  di queste bevande. Bere bibite gassate e zuccherate non soltanto è dannoso per il nostro organismo, ma anche per l’ambiente, a causa dell’inquinamento e dello spreco di preziose risorse idriche, e per il benessere della società per le gravi implicazioni sociali legate allo sfruttamento dei lavoratori. Smettere di bere bibite gassate significa votare per la nostra salute e per quella dell’ ambiente e non permettere  alle multinazionali di vincere le elezioni per prendere il controllo del nostro benessere e della nostra terra.